Moscatello di Taggia 2016 - Saraù - Sofia Pierobon

Ho parlato in questo post della travagliata storia del Moscatello di Taggia Ligure, con emozione ve lo presento anche in degustazione.

Il Moscatello di Taggia è un vino DOC Riviera Ligure di Ponente prodotto in quantità limitatissime e con enorme cura dell’impatto ambientale. Esiste in quattro tipologie: frizzante, secco, vendemmia tardiva (da uve surmature) e passito.

La versione di vino passito è la più vicina a quell’antico Moscatello tanto buono da meritarsi l’appellativo di “nettare degli dèi”. Per produrre questo specifico vino le uve vendemmiate vengono messe ad appassire in cassette di legno dai quaranta ai sessanta giorni, in base al clima. Il risultato confluisce in questa piccola bottiglia , gioiello della fatica della cantina Saraù.

L’azienda vinicola Sarau è una tra le fondatrici dell’Associazione Produttori Moscatello di Taggia nata nel 2014 a tutela di questa varietà.

I suoi filari si trovano ad un chilometro dal mare, irraggiati dal sole dall’alba alla sera grazie all’esposizione a sud-est.

Il liquido pare oro colato, per colore e densità. Un dorato caldo, dei toni dell’ambra e della luce autunnale. Ruotando con delicatezza il calice subito si formano delle ampie lacrime, preambolo della viscosa zuccherosità che attende il palato. L’aroma è una suadente palette di tutti i tipi di frutta: confettata, secca, cotta, candita, esotica. Si avverte quell’odore selvatico e antico della resina che rende il tutto perfettamente equilibrato. La bocca è sì dolce come ci si aspetta, ma non stucchevole; colpisce anzi la nota salubre di mare ben presente in sottofondo per tutto l’arco dell’esperienza sensoriale. Un gusto sontuoso e completo che sa di pesche sciroppate, anice, datteri disidratati, ginestra, miele. Permane per molto, dilungandosi con armonia ed eleganza. Davvero, un vino da re.

Un consiglio forse controcorrente, ma sincero: benché si sposi benissimo con formaggi blu e piccola pasticceria secca, non bevetelo assieme a qualcosa. Godetevelo da solo, ché le cose preziose non hanno bisogno di accompagnamenti.

Caratteristiche:
Vitigno: Moscatello di Taggia (var. Moscato Bianco)
Provenienza: Liguria
Cantina: Saraù
Anno: 2016
Tipologia: Vino Passito Dolce
Colore: Giallo Dorato
Gradazione alcolica: 14%
Abbinamenti: Biscottini e Pasticceria Secca, Pandolce Genovese, Formaggi Erborinati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *