Biografia

Mi chiamo Sofia, e sono nata in Veneto d’inverno. Sono cresciuta tra la campagna e la città, dove a dividerle c’è ancora un ponte, con il profilo del Monte Grappa che veglia dall’alto, e il freddo delle mani intirizzite durante le passeggiate.

Col tempo, ho scoperto che l’amore quasi atavico dei miei conterranei per il vino, spesso motivo di buffe caricature, è legato alla gioia della tavola imbandita, della compagnia e dei frutti di una vita operosa. Ma questo l’ho capito solamente dopo essere andata dall’altra parte del mondo.

Ho vissuto a Tokyo per un lungo periodo, o almeno abbastanza lungo da sgretolare le mie premesse culturali. Per la prima volta vedevo la mia terra natìa, luogo di cui credevo di sapere ormai tutto, con occhi non miei. Occhi che la ricordavano per una vacanza, o che la conoscevano solo attraverso i documentari e i vecchi film. E tutti concordavano che l’Italia fosse il paese del mangiar e bere bene.

Ho fatto la mia buona gavetta in una tavola calda, diventandone poi store manager con grandi soddisfazioni. Per arrotondare correvo qua e là come interprete per i produttori nostrani in piccole fiere enogastronomiche. Lì, per la prima volta, ho realizzato come una bottiglia di vino italiana non contenga solo vino, ma anche la nostra arte, la storia, la fascinazione della dolce vita.

Rientrata a casa, ho frequentato la scuola AIS Veneto a Vicenza fino a ottenere il diploma nel 2016, perché avevo intravisto nel vino quel ruolo di ambasciatore di convivialità che avevo conosciuto nelle tavole venete.

Nel frattempo, mi sono laureata in Filosofia a Padova perché era l’unica cosa che avrei voluto davvero studiare all’Università. Ho prestato servizio come sommelier in un paio di locande tipiche nel veneto continuando a coltivare un progetto di export culturale.

L’occasione mi si è presentata nel Master in Filosofia del Cibo e del Vino presso l’Università San Raffaele: ho potuto acquisire anche le conoscenze di marketing e comunicazione internazionale che ancora mi mancavano per avvicinarmi al mio obiettivo: raccontare l’Italia – le tante Italie – attraverso i suoi vini e e le tradizioni culinarie.

Attualmente vivo a Milano dove, oltre ad occuparmi del settore commerciale, organizzo degustazioni per privati e aziende. Ogni tanto mi trovate ospite a Telelombardia (Milanow, tasto 191, rubrica “Peccati di Gola”) con ricette e consigli di vino!